Associazione Italiana Monociclo  
Home A.I.M. Forum Regionali Eventi e Raduni Mercatino Imparare Iscriviti è Gratis
  Articoli     
 

Iscritti
 Utenti: 1284
Ultimo iscritto : Jair
Lista iscritti

I preferiti
Mappa Monociclisti (19047)
Federazione Francese Monociclo (8238)
Associazione Lionese Monociclo (8076)
Latin American Uni-Team (8059)
Unicycling.net (8051)
AldoVarotto Monociclo (8033)
Giocoleria.org (8031)
Unicycling.tk (8024)
CasseRayonsInternational (7918)
UnaRuota.Com (7043)
Puerto Rico (6642)
Federazione Bavarese (in tedesco) (6629)
EUC Extreme Unicycle Championship (6628)
TRIAL- tutti gli spot (6614)
Unicon13 Video (6577)
Juggling e Mono in Udine (6462)
Forum Svizzero di Monociclo (6316)
Juggling Magazine (6287)
UnaRuota.Com (5840)
One Wheel austria (5838)
Associazione Giapponese Monociclo (5752)
www.unicycle.tv (988)

Top - Siti web
MoMoCiclo (Mendrisio) (IT)
Associazione Varese (IT)
Associazione Treviolo (BG) (IT)
UNICON 16 (IT)
Convention Brianzola (IT)
UNICON 15 (IT)
L'albero del Macramè (IT)
UNA_RUOTA_Com (IT)
trialmap (IT)
UNICON 14 (IT)
Portale di AspNuke (IT)
Manuale Sito (IT)

 
Lunghezza delle pedivelle
Inserito il 15 maggio 2007 alle 16:54:22 da Marco.

Pag.1

Dal punto di vista fisico la pedivella è il braccio della leva su cui noi applichiamo la nostra forza, mentre il raggio della ruota dal centro al punto di contatto con il terreno, compreso il copertone, è il braccio della leva su cui è applicata la resistenza.

Quindi, ferma la dimensione della ruota, all'aumentare della lunghezza della pedivella il rapporto tra i due bracci sarà più favorevole facendoci fare meno fatica.


In pratica però cosa succede?
Premetto che qui in zona Varese le strade pianeggianti non esistono e anche la ciclabile che fa il giro del lago ha continui saliscendi e che il problema di non riuscire a spingerlo in salita o a tenerlo in discesa è evidente.

Ho un 20" standard, che normalmente ha le pedivelle da 115 mm, e ho voluto provare a montare le pedivelle da 145mm.
Il pedale diventa molto morbido e per avanzare la velocità periferica del piede deve aumentare, mi spiego se per fare mezzo giro con quelle da 115 devo abbassare o alzare il piede di 230mm (con una percorrenza lungo il mezzo arco di 361mm) con le pedivelle da 145 devo abbassare o alzare il piede di 290mm (con una percorrenza lungo il mezzo arco di 455mm).
Tutto questo per avere la stessa velocità di avanzamento deve avvenire nello stesso tempo perchè la velocità è data dal numero di giri al minuto che la ruota compie.

Di fatto il mio uniciclo std con pedivelle da 145 era molto più difficile e lento sul piano ma riuscivo a salire e scendere da pendenze prima improponibili.
Alla fine ho optato per delle pedivelle da 127mm anche se in pianura per andare veloce come gli altri a volte inizio a rimbalzare sulla sella a causa della velocità di rotazione.

Ho anche un 24 std e un 26 std, il 24 arriva con pedivelle da 127 e il 26 con quelle da 150.
Il 24 con le 127 è durissimo da spingere in salita e discesa e preferisco quelle da 150 che però secondo me sono un po' troppo.

Il 26 lo ho provato anche con le pedivelle da 170 e non è male ma credo che per la nostra ciclabile rimonterò le 150 che sono il compromesso migliore.

Naturalmente lo sforzo dipende dal rapporto pedivella ruota mentre la velocità  dipende dalla dimensione della ruota e dalla lunghezza della pedivella perchè più sono corte più riesci a far girare velocemente la ruota senza rimbalzare sulla sella.

Per i Cross - Muni - Trial con pneumatici molto più grossi la prima sensazione è che hanno bisogno di più forza per essere spinti ed ecco perchè normalmente adottano pedivelle più lunghe.

In ultimo bisogna notare ce ad esempio un 24Cross con pneumatico da 3" avrà un raggio dal centro al terreno di 12"+3"=15" mentre un 26std con pneumatico da 2" avrà un raggio di 13"+2"=15".
Ovvero un 24cross ha lo stesso diametro finale di un 26std ma molto meno scorrevole, ed ecco spigata la necessità di avere pedivelle da 170" sul 24cross-muni-trial.

Se non sono stato hiaro e/o ci sono dei dubbi scrivetemi pure.

Marco



Commenti
3 Commenti - 5/5 - Voti : 1
Inserito il 22 maggio 2007 alle 15:44:19 da Churli.  5/5
 
Beh, io ho un muni qu-ax, che lo vendono già con le 170...a me sembrano forse eccessivamente lunghe, forse vanno bene proprio se hai da scendere giù per un dirupo, ma giuro che in piano o leggera discesa danno molta molta noia. Infatti penso che ora comprerò delle 150, che mi sembrano la meglio misura...
Per il resto sei stato veramente chiaro ed esauriente, meglio di così... =P
Inserito il 16 ottobre 2007 alle 10:47:38 da dariomal.  0/5
 

Interessante sapere tutte queste differenze sulle lunghezze delle pedivelle. Io sto imparando adesso riesco a partire ormai senza appoggi e anche se serpeggiando riesco a condurre il std da 20" per un bel pezzo. Domanda??

mi sono accorto però, dopo aver letto il tuo commento alle varie lunghezze di pedivelle, che il mio std da 20" mota di serie pedivelle da 145. Imparerei di più o più velocemente con pedivelle più piccole (115 o 127)?

Inserito il 13 novembre 2007 alle 21:17:18 da bluema.  0/5
 
mah.. sicuramente ognuno ha le proprie preferenze, quindi la lunghezza delle pedivelle con cui si impara a pedalare puo' influire sul tempo di apprendimento.. ma penso sia una cosa minima... alla fine quello che e' veramente importante e' la costanza! Quanto ti sentirai sicuro puoi provare a cambiare la lunghezza delle pedivelle, ma e' piu' che altro per adattare il mono all'utilizzo che ne fai.. ^^

 
Media Partners


Log in
Login
Password
Memorizza i tuoi dati:

Visitatori
Visitatori Correnti : 32
Membri : 0

Per visualizzare la lista degli utenti collegati alla community, devi essere un utente registrato.
Iscriviti


 
 © AspNuke 
Contattami
Realizzato con ASP-Nuke 2.0.7
Questa pagina è stata eseguita in 0,0390625secondi.
Versione stampabile Versione stampabile